27 gennaio. Perché ricordare, cosa ricordare.

27 gennaio, giorno della Memoria, anniversario dell’ingresso dell’Armata Rossa al campo di sterminio di Auschwitz. Perché ricordare? Per me la risposta sta in alcune storie che ho incontrato in questi anni, storie di violenza subita ma anche di resistenza e lotta.  Alcune le ho pubblicate su Q Code Magazine negli ultimi giorni.

La Maison d'Izieu, casa per bambini ebrei rifugiati nella regione francese dell'Ain.

La Maison d’Izieu, casa per bambini ebrei rifugiati nella regione francese dell’Ain.

La storia di Charlotte Delbo, resistente francese e poi testimone dell’Olocausto. Quella dei bambini della Maison d’Izieu, nascosti nelle montagne, stanati dal boia di Lione Klaus Barbie, e deportati ad Auschwitz. E del coraggio degli adulti che li hanno protetti, fino a quello estremo di Léa Feldblum, che per non separarsi dai bambini rinuncia alla possibilità di sfuggire alla deportazione. La storia di Francesco, un ragazzino particolarmente sveglio in visita alla Risiera di San Sabba, e di altri 600 ragazzi in viaggio sul treno verso la Polonia.

Se so dare una mia risposta, sul perché ha senso ricordare, lo devo alle domande di Davide, un altro ragazzino che ora ha sette anni compiuti, anche lui tanto sveglio e curioso. Lo devo anche all’Istituto Storico di Modena, che mi ha fatto conoscere molte di queste storie e dato qualche idea su come, parzialmente, rispondere.

E infine, su cosa ricordare, segnalo un bell’intervento di Bruno Giorgini, sempre su Q Code Magazine: La memoria della resistenza e la resistenza della memoria. Buona lettura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...